News Regolink

CIREAS, IL PUNTO DOPO TRE GARE


Stampa

 

 

 

Turelli Prende il volo nell'assoluta. Roversi, Politi, Limoni Scaglia nelle Categorie.

Per il titolo scuderie lotta serrata tra Classic Team, Franciacorta Motori e Nettuno.

 

 

Dopo la terza gara svoltasi a Bologna, è tempo di primi bilanci per il CIREAS 2020 che, dopo lo stop causato dall'emergenza sanitaria, sia avvia tra poco meno di un mese al rush finale di quello che si preannuncia già come un autunno di fuoco per la regolarità tricolore e per l'intero movimento delle auto storiche.

Nella classifica conduttori, Lorenzo Turelli sembra apparentemente non avere rivali: con il suo bottino di 112 punti precede un quartetto formato da Andrea Belometti (65 punti), Gian Mario Fontanella (64 punti), Massimo Zanasi (64 punti) e Alberto Riboldi (61 punti) che attualmente viaggiano con un distacco medio di 50 punti, ma considerando che una vittoria “paga” 40 punti, basta un passo falso del leader per riaprire facilmente i giochi. Un ruolo fondamentale per la vittoria finale sarà rappresentato sicuramente dalla Millecurve. La gara avellinese, sesta prova del CIREAS 2020, essendo l'unica superstite nel Girone Sud decimato dal COVID, sarà il lasciapassare verso la classifica di campionato: chi non partirà ad Avellino dirà addio alle velleità di classifica.

Stessa logica per i Campionati Italiani di Categoria che sono invece apertissimi, con almeno dieci piloti in grado di contendersi lo scettro di Campione Italiano.

In RC2 oltre ai primi cinque della classifica conduttori di cui abbiamo parlato in precedenza, nutrono ancora speranze Nino Margiotta, attualmente quinto a pari merito con Zanasi, Alberto Scapolo, Franco Spagnoli, Guido Barcella e Fabio Loperfido, rientrato in splendida forma in quel di Bologna.

 

In RC3 la classifica è comandata da Riccardo Roversi e dalla sua 1100/103 targata Brescia Corse con 27 punti all'attivo. A chiudere il podio ci sono attualmente Giovanni Pighi (16 punti), Vincenzo Bertoli e Fabio Salvinelli (15 punti).

In lizza comunque per il titolo italiano di categoria seguono ad una manciata di punti Giuliano Canè (15 punti), Massimo Dalleolle e Giuseppe Rapisarda con 12 punti e Leonardo Marini (11 punti). Chiudono al Top Ten Luca Cisternino e Ermanno Molinari (10 punti).

 

Anche in RC4 nulla è delineato. L'unica certezza è una sfida all'ultimo punto tra Massimo Politi (21 punti) e Claudio Lastri (20 punti) che si dovranno guardare alle spalle dal Campione Italiano di RC5 Andrea Malucelli che, abbandonata l'originale Fiat Duna ha deciso di affrontare il CIREAS 2020 a bordo della Lancia Beta Montecarlo (16 punti).

Come in RC3 sono pochi i punti di differenza che racchiudono i primi dieci. Ai piedi del podio troviamo Alessandro Gamberini e Andrea Giacoppo (15 punti), tallonati da Angelo Seneci (13 punti), Salvatore Cusumano e Barbara Zazzeri (12 punti), Alessandro Aiello e Giuseppe Rapisarda (10 punti).

 

Il titolo di Categoria RC5 è numericamente meno combattuto con cinque piloti che sembrano intenzionati a puntare al Campionato con decisione.

Leader della classifica è Gianpaolo Limoni Scaglia con 42 punti. Dietro al portacolori del Motori Storici Lumezzane troviamo Stefano Pasinato (27 punti) e Roberto Rondinelli (26 punti).

Poco più indietro, in piena bagarre tricolore Dario Converso e Gabriella Scarioni con 18 Punti.

 

Come detto Avellino farà da spartiacque tra coloro che intendono giocarsi fino in fondo le proprie chance e chi invece punta ad apparizioni sporadiche nella massima serie tricolore. A conferma che i giochi saranno aperti fino all'ultima gara, va considerato che, una volta partiti in almeno una gara per girone (obbligo per entrare in classifica ma che potranno essere scartate), si sommeranno solo i migliori punteggi ottenuti. Quindi una gita ad Avellino in questo 2020 è assolutamente da pianificare. Basterà partire, il risultato non conta.

 

PHOTO: ©DRphoto|ROBERTO DEIAS