News Regolink

IL CIREAS GODE DI OTTIMA SALUTE...QUELLO CHE MANCA E' IL CORAGGIO


Stampa

 

Con la Coppa dei Lupi 2018, in programma il prossimo 25 agosto riparte il Campionato Italiano Regolarità Acisport.

Dopo il Trofeo Cave di Cusa (Martedi 28 agosto andrà in onda su SPORTITALIA uno speciale di 30 minuti dedicato alla gara siciliana), che ha incoronato Mario Passanante campione Italiano conduttori, Franciacorta Motori prima tra le scuderie e lanciato Franco Spagnoli verso il titolo TOP CAR, sarà avvincente seguire le piccole-grandi sfide per la conquista dei raggruppamenti e delle classifiche di zona.

Dopo un 2016 avvincente, lo scorso anno si è assistito al dominio del Classic Team (e relativi equipaggi) con l'assenza di avversari realmente intenzionati a contendere il titolo alla scuderia mantovana. Quest'anno la situazione si è rovesciata, con la sola Franciacorta Motori impegnata a tempo pieno ma senza avversari concreti.

La voglia di lottare sembra non trovare più il suo habitat naturale nel CIREAS. Le pagine più belle, della storia dell'automobilismo, sono quelle dedicate ai duelli tra piloti e team; come non pensare ad Arnoux e Villeneuve che nel GP di Francia del 1979 diedero vita ai tre giri più famosi della Formula Uno.....oppure l'epica sfida tra il Team Lancia con la “037” e l' Audi con la “Quattro”...

Se al primo tentennamento, alla prima prova di forza dell'avversario, uno degli attori si fosse ritirato dalla scena ci saremmo persi momenti epici di automobilismo sportivo.

Bene, questo è lo spirito che manca nel CIREAS, il “crederci” fino alla fine, non dare per scontato nulla, perché nulla è già scritto e tutto può succedere, specialmente quando l'uomo è abbinato alla macchina...

Sarebbe bello vedere le Scuderie essere davvero “squadra” ed onorare comunque i campionati a cui partecipano e non sciogliersi come neve al sole dopo qualche battaglia persa...

Oppure si dovranno organizzare campionati di tre gare.....

 

Nonostante tutto, nonostante le “Fake News” che tanto vanno di moda c'è da segnalare che il CIREAS gode di ottima saluta ed a certificarlo non sono le analisi di qualche esperto improvvisato ma i freddi numeri.

 

Dopo le prime nove gare, le partecipazioni totali sono in aumento del 5% rispetto al 2017 con due gare che hanno quasi raddoppiato gli iscritti dell'anno precedente (Bologna e Bolzano) mentre solo tre manifestazioni sono in negativo (Verona -9%, San Marino -25% e Pistoia -9%). Stabili le altre.

 

Insomma al di là del posizionamento temporale (guardando i numeri le prime gare dell'anno non sarebbero favorite rispetto alle altre), probabilmente è il posizionamento geografico e la qualità della manifestazione a decretarne il successo......

 

 

Per cortesia, lasciamo le FAKE NEWS fuori dalla Regolarità Autostoriche....