News Regolink

PARTE IL CIRM, LEVA VINCE ALL'ELBA


Stampa

 

 

 

Secondo posto per Alexia Giugni, terzo Vellano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ha preso il via dall'Isola d'Elba il Campionato Italiano Regolarità a Media 2020.

Dopo l'annullamento di Campagnolo e Lana ed il rinvio della Coppa dei Fiori è toccato all'Automobile Club Livorno tenere a battesimo la serie tricolore di Acisport dedicata alla regolarità a Media.

Molto buona la partecipazione che ha visto al via venti equipaggi che lasciano ben sperare per il futuro del campionato.

Gli equipaggi, dopo le procedure pre gara, hanno preso il via da Capoliveri prima di affrontare le due tappe di circa quattrocento chilometri totali e 8 prove di media.

Il primo acuto è lanciato da Gandolfo – Pietropaolo, su Innocenti Mini Cooper della Scuderia Grifone, che si aggiudicano le prime due prove prima di incappare in un errore sulla PM 3 che lo vede precipitare in ottava posizione.

A prendere il comando delle operazioni è il compagno di scuderia Marco Leva, navigato dal figlio Riccardo su Alfa Romeo Giulia GT del 1967, che non lascerà fino al termine, la testa della classifica.

Dietro i leader chiudono il Rally dell'Elba, Alexia Giugni e Laura Marcattilj su Reanult Alpine 110 del 1971 che ha riagguantato la seconda posizione solo all'ultima PM, dopo che una veemente rimonta del Campione Italiano in carica Maurizio Vellano su Audi 80 Quattro del 1983, l'aveva scalzata dalla seconda posizione relegandola al terzo posto.

Come detto, chiudono il podio gli alfieri del Classic Team Vellano – Molina che, dopo una falsa partenza sono costretti a recuperare per tutti i due giorni si devono accontentare della terza posizione. Ad attenderli la finale FIA che ai primi di ottobre si svolgerà in svizzera.

Tra le scuderie dominio incontrastato della Scuderia del Grifone che si presentava al via con ben dieci equipaggi.

Nel primo raggruppamento gara solitaria per i pluri decorati Marcattilj-Giammarino su Triumph TR2. Autori di una gara senza acuti conquistano il raggruppamento e chiudono quinti assoluti.

Nel raggruppamento tre, dietro ai primi due dell'assoluta Marco Leva e Alexia Giugni, da segnalare l'ottima prova dello svizzero Christian Bonnet, navigato da Elena Solomatina su Lotus Elan del 1969 che chiudono terzi di gruppo e quarti assoluti.

Maurizio Gandolfo e Ornella Pietropaolo conquistano il raggruppamento quattro e la classe fino a 1.300 cc. Al secondo posto Carlo Pretti navigato da Claudio Sparti su Renault 5 Alpine del 1980.

Terzo posto per Nicola Manzini e Roberto Ricci su Lancia Beta Coupè 2000 del 1976 , Scuderia del Grifone.

Nel quinto raggruppamento, dietro a Vellano-Molina, ottengono la seconda piazza Marco Gandino e Danilo Scarcella su Fiat Ritmo Abarth 130. I vice campioni 2019 non sono mai entrati in partita a causa di problemi con la taratura e hanno chiuso solo undicesimi nell'assoluta.

Fabio Verdona e Marco Coscia su Autobianchi A112 Abarth vincono la classe fino a 1.300 cc del raggruppamento cinque dove giungono terzi.

 

Il Circus del CIRM si sposterà ora a Sanremo per la seconda prova della serie: la Coppa dei Fiori.