News Regolink

RACC PRESENTA RALLY DI REGOLARITA' CATALUNYA HISTORIC


Stampa

- 41 veicoli parteciperanno a questo test per i classici organizzati dal RACC

 

- Sottolinea la partecipazione di nove squadre straniere e nomi illustri della regolarità spagnola come pilota Antonio Zanini, con la Simca 1000 GT del 1972

 

- In questa quarta edizione, spicca la presenza del team SEAT Coches Históricos, che avrà piloti come Mia Bardolet (SEAT 1400B)

 

- Il Rally Catalunya è associato allo Ypres Historic Rally del Belgio in un accordo che mira a promuovere i due raduni con la maggior parte della storia in Europa: Catalogna e Ypres

 

- L'ultimo vincitore del rally belga, Ruben Maes-Michael Perin (Porsche 914/6), prenderà parte a questa edizione rally

 

- Il test sarà sviluppato in due giorni, su un percorso lineare di 578 km, con 14 tratti in strada chiusa e 153 km di regolarità

 

Il RACC ha presentato l'itinerario per la 4a edizione del Rally Catalunya Històric-Rally de les Caves presso la sua sede. La competizione di regolarità per i classici organizzata dal Club si terrà il 28 e 29 febbraio e ricorderà il leggendario Rally of Les Caves per il secondo anno consecutivo. Questa gara ha funzionato dal 1970 al 1983 e successivamente si è evoluto nell'attuale RallyRACC.

Le novità di quest'anno includono l'itinerario, che coprirà diverse prove del rally WRC, e Salou, che sarà la base della competizione per la prima volta.

 

L'atto di presentazione è stato guidato dal Presidente del Club, Josep Mateu e dal Sindaco di Salou, Pere Granados, tra le altre autorità. Molte delle 41 squadre iscritte provenienti da Spagna, Francia, Belgio e Portogallo hanno anche partecipato all'evento.

 

Due giorni di regolarità nelle sezioni della Coppa del mondo

 

Il 4 ° Rally Catalunya Històric-Rally de les Caves sarà sviluppato in due fasi che compongono un percorso di 577,82 km, di cui 152,97 km saranno regolarità su strade chiuse e lineari, dove nessuno degli speciali verrà ripetuto. Durante i due giorni, le squadre copriranno 14 sezioni. Sebbene alcuni di essi siano stati realizzati nell'ultima edizione del Rally, l'itinerario di quest'anno comprende speciali RallyRACC CATALUNYA-COSTA DAURADA, un fatto che rafforza la sua categoria di test extra-range. Inoltre, come nella manifestazione del Campionato mondiale, Salou si lancia come base per questo evento, con il parco chiuso e il podio di arrivo sul suo Paseo Marítimo.

 

Venerdì 28 febbraio: 6 sezioni da Barcellona a Salou, come nel RallyRACC

Venerdì prossimo, 28 febbraio, alle 12.30, i partecipanti partiranno da Avenida de la Catedral de Barcelona e si dirigeranno verso Subirats (Mirador de les Caves), dopo le corrispondenti verifiche amministrative e tecniche. La prima sezione, "Font-Rubí" (4,51 km), inizierà alle 15,36. Le sezioni che costituiranno i tempi di questo primo giorno sono: "Puig de les Agulles" (9,27 km / 15,58 h), "Pontons" (5,91 km / 16,26 h) e, dopo un raggruppamento di 20 minuti in Aiguaviva-El Montmell, inizierà la sezione di "El Montmell" (13,76 km) alle ore 17.13. L'ultima parte della prima tappa sarà eseguita dalle sezioni di "L'Albiol" (9,69 km / 18,31 h) e "Riudecanyes" (16,37 km / 19,17 h).

 

Il parco chiuso per i partecipanti sarà operativo dalle 20:15 a Salou. Da quel momento ci sono tre tipi di iscrizione, quelli che hanno optato per il Premium o all inclusive ', pranzeranno all'Hotel Regente Aragón di Salou un menu disegnato dallo chef del ristorante Deliranto, che ha una stella Michelin.

 

Sabato 29 febbraio: 8 sezioni e fine della festa all'Hilton Diagonal Mar di Barcellona

Le squadre partiranno dal podio a Salou alle 9.00 di sabato 29 febbraio e percorreranno 93,46 km su base regolare, rendendolo il giorno più lungo. A questo punto verranno aggiunti i 6 partecipanti che hanno scelto l'opzione di registrazione One Day ', dopo le corrispondenti verifiche amministrative e tecniche a Salou.

 

La giornata inizierà con una vecchia sezione della Coppa del Mondo: "Duesaigües" (16,20 km), alle 9.38. Durante la mattinata si terranno anche "La Mussara" (10,06 km / 10,38 h), "El Pont d'Armentera" (21,56 km / 11,52 h) e "Savallà-Conesa" (13,88 km / 12,42 h) ).

 

Dopo il pasto e il raggruppamento a Santa Coloma de Queralt, si giocherà la parte finale del raduno, che comprenderà anche 4 sezioni: "Vallespinosa" (6,17 km / 15,28 h), "Querol" (9,25 km / 15,52 h), "Òdena" (7,48 km / 16,57 h) e "Talamanca" (8,86 km / 17,45 h). Dopo l'ultimo speciale, i partecipanti si dirigeranno al parco di prova chiuso che si troverà presso l'Hilton Diagonal Mar di Barcellona, ??che è lo sponsor della competizione insieme all'Ente per il Turismo di Salou.

 

Rally Catalunya e la "Historic Regularity Challenge"

Un'altra novità di questa quarta edizione è l'accordo raggiunto dal RACC e dall'organizzatore belga Ypres Historic Rally, in base al quale entrambi i club creano la "Historic Regularity Challenge".

", un campionato il cui scopo è quello di promuovere e condividere le esperienze di entrambi gli eventi.

 

Il vincitore del Rally Catalunya Històric 2020 avrà una registrazione gratuita per il Ypres Historic Regularity Rally del 2020 (27-29 novembre), mentre il team che vincerà il test belga avrà anche una registrazione gratuita per il Rally Catalunya Històric 2021 nella Modalità Premium (tutto compreso). Inoltre, il vincitore assoluto della "Historic Regularity Challenge" potrà partecipare con la registrazione gratuita al prestigioso Rally di Monte-Carlo Historique del 2021.

 

La R 'per il vincitore

All'Hilton Diagonal Mar Barcelona Hotel, i premi verranno consegnati durante la cena del Rally Catalunya Històric, dalle 21.30 di sabato 29, con la presenza delle autorità e di tutti i partecipanti.

 

Le prime tre squadre classificate prenderanno la "R", il prezioso trofeo speciale del RACC. Inoltre, saranno premiati la prima squadra di ogni classe, il primo allenamento straniero, la prima squadra membro del RACC e coloro che guidano la macchina più vecchia, purché finiscano il rally. Tutte le squadre che partecipano ai due giorni di gara e che tagliano il traguardo riceveranno il Finisher Trophy '.

 

Antonio Zanini partecipa alla Simca 1000 GT del 1972

 

Nella lista dei partecipanti al Rally Catalunya Històric-Rally de les Caves si trova un partecipante di lusso: Antonio Zanini al volante della sua Simca 1000 GT del 1972, con Josep Autet alla sua destra. Zanini, cinque volte vincitore della stessa gara negli anni '70 e '80, correrà nell'auto a cui ha partecipato nel 1972 come pilota amatoriale. Dopo aver recitato in una grande manifestazione e nonostante abbia colpito la Simca durante l'edizione di quell'anno, la sua esibizione ha aperto le porte del team SEAT Competition.

 

Fino a 9 squadre straniere con opzioni di vittoria

Oltre al duo Zanini-Autet, ci sarà un gran numero di importanti ciclisti della regolarità. Vale la pena notare la presenza di otto squadre francesi e una belga-francese. Tre di loro parteciperanno alla Super Sport Regularity: Anthony Guillemat-Cristophe Cruzet (Porsche 911 SC Gr.4), che sarà il primo a scendere dal podio in Avenida de la Catedral de Barcelona; Christophe Berteloot-Aurélie Vanbelle (Porsche 911 SC); e Philippe Guillemat-Cristophe Fournerie (Volkswagen 1303 S). La categoria sarà completata da Lluís Coma-Cros-Daniel Ferreiro (Porsche 930) e Marc Mayoral-María José Ribal (Volkswagen Scirocco GTX).

 

Degna di nota anche la partecipazione del team belga Ruben Maes-Michael Périn (Porsche 914/6), specialisti della regolarità europea e vincitori di più volte, come Ypres Historic Regularity del 2019.

 

Grandi specialisti nazionali

L'elenco dei dichiaranti ha altri nomi di esperti nella specialità della regolarità. Tra questi ci sono i vincitori della prima edizione dello storico raduno RACC tenutosi nel 2017, Carles Miró-Ivan Matavacas (Porsche 911 SC), così come altri team eccezionali: Juan Pedro García-Sergi Giralt (Autobianchi A-112 Abarth); il team Nenas "con Tere Armadans-Anna Vives (Volkswagen Golf GTI MK1); Joan Pedragosa-Josep Beltri (BMW 318i E21); José Manuel López Sobrado-Antonio Caldeira (Volkswagen Scirocco GTi); Francesc Segú-Joaquim Segú (Porsche 914/4) e molti altri.

 

Le auto vincitrici delle tre precedenti edizioni saranno in uscita

Numerosi team storici SEAT saranno presenti in questa edizione della gara, tra cui le auto vincitrici delle ultime due edizioni: la Seat 124 Special 1800 Gr.4, questa volta guidata da Vicenç Aguilera e sua figlia Elisabet Aguilera; e la Seat Ibiza GLX 1.5 pilotata da Joan Dalmau e Gerard Massana. Inoltre, il vincitore della prima edizione del test tenutosi nel 2017, la Porsche de Miró-Matavacas, che partecipa anche a questa quarta edizione.

 

La SEAT Históricos presenta una squadra forte, guidata dall'ex campione di Spagna Josep Maria Bardolet-Carles Jiménez, che parteciperà con una SEAT 1400B del 1957, precisamente l'anno di inizio del Rally Catalunya. Bardolet e il 1400B raggiunsero un brillante sedicesimo posto assoluto nel passato Monte-Carlo Historique Rally.