News Regolink

VALLATE ARETINE, LA REGOLARITA' SPORT RIACCENDE I MOTORI


Stampa

Sfida tra specialisti per l'assoluta. Per le Scuderie, duello tra Scuderia Grifone e Progetto Mite.

 

 

 

 

 

 

Sfiorano la ventina gli equipaggi che si sono già iscritti, o pre-iscritti come si usa al tempo del COVID, al Vallate Aretine che quest'anno prevede anche la gara di regolarità sport assente ad Arezzo al dal 2017.

Scorrendo l'elenco è facile incontrare i nomi dei maggiori specialisti della specialità con nomi di spicco che si giocheranno la vittoria finale. Il favorito d'obbligo della vigilia è certamente Andrea Giacoppo navigato per l'occasione da Nicola Randon. Il portacolori della Scuderia Bassano, vincitore dell'ultima gara prima del lockdown, il Lessinia Sport, sarà nuovamente al via con la fida Lancia Fulvia HF. Tra i favoriti d'obbligo anche l'equipaggio vincitore dell' edizione 2019 del Valpantena Revival, composto da Marco Bentivogli e Andrea Marani su Fiat 124 Sport.

Quello di Giordano Mozzi, navigato come sempre da Stefania Biacca, è uno dei nomi che non può mancare nel tebellino dei bookmakers, quando si parla di regolarità. Il driver mantovano, vincitore alla 1000 Miglia ed al Valpantena, non mancherà di divertire con i traversi della sua Opel Kadett GT/E gruppo 2, anche se gli appassionati dovranno accontentarsi dei video dell'evento, visto il divieto, attualmente in vigore, per il pubblico di recarsi in prova speciale.

A conferma di una gara che si preannuncia combattutissima, non sono finiti gli equipaggi che partono con l'obbiettivo di vincere o comunque chiudere sul podio la trasferta aretina:

Leonardo Fabbri e Sonia Cipriani su Volvo 144S, oltre che alla classifica assoluta punterà certamente alla conquista del raggruppamento quattro. Raggruppamento che vedrà presenti altri due grossi calibri del panorama regolaristico: Roberto Ricci, su Autobianchi A112 Abarth e Giacomo Turri su Fiat 128.

Anche nel raggruppamento otto, oltre al già citato Mozzi, sono presenti equipaggi di tutto rispetto che puntano ai piani alti dell'assoluta, come quello composto da Marco Gandino e Danilo Scarcella su Fiat Ritmo 130. L'equipaggio ligure, animatore della rinascita della mitica Scuderia del Grifone, dovrà incrociare i guantoni con il bresciano Angelo Seneci navigato da Elisa Moscato su Opel Kadett GT/E con i colori della Scuderia Progetto MITE.

La compagine, va ricordato, è nata da un’idea di Gilberto Pozza e da l’opportunità a persone ipovedenti e non vedenti di partecipare, come navigatori, a gare di rally internazionali e nazionali e gare di regolarità, leggendo il road book in braille.

La Toyota Celica - GT Four St185 nella livrea ufficiale Castrol di Falcone–Balboni sarà certamente una delle vetture al via più ammirate sia sulle strade del Vallate Aretine che sulle classifiche finali.

Una menzione speciale infine, a due equipaggi che da poco si sono avvicinati alla Regolarità Sport.

Alderighi-Androvandi specialisti della “classica” e gli svizzeri Christian Bonnet-Elena Solomatina normalmente al via di gare di regolarità a media. D'obbligo per i due equipaggi della Grifone, un cambio di vettura: Lancia Fulvia Coupè per i toscani, Lotus Elan per gli svizzeri.

Sul fronte scuderie, sulla carta la sfida possibile è tra la neonata Scuderia del Grifone, con ben sei vetture al via e la scuderia Progetto MITE, che vedrà impegnate le vetture di Mozzi, Seneci e Turri.

 

---> ELENCO ISCRITTI